Procedure relative a casi COVID positivi in ambito scolastico – aggiornamento del 23.04.2021

AI GENITORI/ESERCENTI LA RESPONSABILITÀ GENITORIALE
AL PERSONALE

Oggetto: procedure relative a casi COVID positivi in ambito scolastico – aggiornamento del 23.04.2021

Si comunica che l’ASL Napoli 1, in data 23.04.2021, ha pubblicato l’Aggiornamento Rev. 03 delle procedure da adottare per i casi COVID positivi e per i contatti in ambito scolastico.

La circolare dell’ASL Napoli 1 è allegataalla presente.
La circolare dell’ASL Napoli 1 fa riferimento a:
Circolare del Ministero della salute n° 32850 del 12.10.2020,
Circolare del Ministero della salute n° 3787 del 31.01.2021,
Circolare del Ministero della salute n° 15127 del 12.04.2021.
La presente comunicazione propone una sintesi delle procedure da adottare.
Si sottolinea che le procedure da seguire sono comunicate all’istituto, di volta in volta, dall’Unità Operativa di Prevenzione Collettiva competente; l’Istituto esegue le disposizioni impartite.

ALUNNI POSITIVI AL COVID
Gli alunni risultati positivi alla ricerca di SARS-CoV-2 possono rientrare in comunità dopo un periodo di isolamento determinato dall’autorità sanitaria competente. L’Unità Operativa di Prevenzione Collettiva competente attesterà la fine dell’isolamento e della sorveglianza.

CONTATTI STRETTI DI ALUNNI POSITIVI AL COVID
Sono considerati contatti stretti tutti i compagni di classe dell’alunno positivo al COVID.
I contatti stretti devono osservare un periodo di quarantena di 14 giorni dall’ultima esposizione al caso oppure un periodo di quarantena di 10 giorni dall’ultima esposizione con un test antigenico o molecolare negativo effettuato il decimo giorno. L’Unità Operativa di Prevenzione Collettiva competente attesterà la fine dell’isolamento e della sorveglianza.

CONTATTI OCCASIONALI DI ALUNNI POSITIVI AL COVID
Il personale docente e non docente è considerato contatto occasionale e, pertanto, non si applicano misure di isolamento (fatta salva diversa decisione dell’autorità sanitaria competente).

OPERATORI SCOLASTICI POSITIVI AL COVID
Gli operatori scolastici risultati positivi alla ricerca di SARS-CoV-2 possono rientrare in comunità dopo un periodo di isolamento determinato dall’autorità sanitaria competente. L’Unità Operativa di Prevenzione Collettiva competente attesterà la fine dell’isolamento e della sorveglianza.

CONTATTI DI OPERATORI SCOLASTICI POSITIVI AL COVID
L’Unità Operativa di Prevenzione Collettiva competente valuta se considerare i contatti di operatori scolastici positivi al COVID come contatti stretti o contatti occasionali e determina l’eventuale periodo di isolamento. L’Unità Operativa di Prevenzione Collettiva competente attesterà la fine dell’isolamento e della sorveglianza.

CASI POSITIVI A “VARIANTE” COVID
Questi casi sono individuati dall’Unità Operativa di Prevenzione Collettiva competente che determina il periodo di isolamento.
Il soggetto sintomatico risultato positivo resta in isolamento fino a 3 giorni dopo la scomparsa dei sintomi e può rientrare in comunità con esito negativo del test molecolare; l’Unità Operativa di Prevenzione Collettiva competente attesterà la fine dell’isolamento e della sorveglianza.

CONTATTI DI CASI POSITIVI A “VARIANTE” COVID
Si rintracciano i contatti del soggetto positivo fino a 14 giorni prima dell’insorgenza dei sintomi o dell’esecuzione del tampone.
Per i contatti va applicata la quarantena di 14 giorni; possono rientrare in comunità con esito negativo del tampone molecolare; l’Unità Operativa di Prevenzione Collettiva competente attesterà la fine dell’isolamento e della sorveglianza.

Circolare dell' ASL Napoli 1

 

Napoli, 3 maggio 2021

IL DIRIGENTE SCOLASTICO
Prof.ssa Chiara Esposito
Firma omessa ai sensi dell’art. 3,
comma 2, D.Lgs n.39/93